capelli che crescono senza idee

vesti rosse sopra il concetto

e viversi la fama che accanto riposa

lontano e confuse le notti

metamorfosi inaudite

stringono la luminosità che viene meno

sangue da ridere scritto per fare

il consumo del braccio al cuore

come il saluto del tempo nella parete

e il giardino dice la stanchezza sobria

buona una notte e cambia la nebbia

nelle pause del giorno precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia