Il Nuovo

Nasco dove la mia mano gonfia agisce,

Forte speranza e addio al pensiero devoto

nel misero passaggio corrente nel mare

e riguardo ancora una volta i giochi

dello scherzo invitante dell’altro buio

Nuovo eroe al castello del fiume

sicuro come il ragazzo al morire del bere

di un bicchiere di vino

come un diaframma stretto al cuore

quando si addormenta la via.

Vedo la stagione cercare nella pioggia

come questa finestra già discussa

nelle scarpe nuove dei capelli,

e li conto con un sorso di occhi

nel colore del nuovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia